Myanmar…la strada del cambiamento

  • giugno 24, 2016
1024 685 Classe Italia

Già da tempo, il Progetto Classe Italia sta seguendo il mercato del Myanmar con interesse. Nei mesi scorsi ho già scritto alcuni articoli a riguardo. I passi della nuova democrazia, l’apertura agli investimenti stranieri, la forte spinta nel settore del turismo di alto livello. La domanda di food di qualità, design e di made in Italy, sta iniziando a prendere decisamente forma. Alcune aziende italiane del settore tecnologico/alimentare, ad esempio, si stanno introducendo con efficacia. I dati relativi alla ultima edizione della fiera Food & Hotel Myanmar 2016, tenutasi dall’1 al 3 giugno, ha dato segnali molto interessanti. Qui di seguito un articolo riguardo la valuta locale ed il suo andamento:

The Kyat become Asia’s best performing currency of 2016, a clear sign that Myanmar is starting to emerge from decades of isolation. Spurred by Aung San Suu Kyi’s election victory, the kyat is up more than 10% against the US dollar, finally on track for an annual gain after falling every year since a managed float in 2012. A series of reforms has revitalised the economy and society since the military junta was officially dissolved in 2011, and the opening up has accelerated since the National League for Democracy won elections in November. Cash is pouring in now, laying the foundations for further appreciation, said market observer – Fonte Bangkok Post 06 Giugno 2016.